Suicidio senza un motivo? (14/10/20110)


Sono in macchina,  fermo  ad un semaforo posto vicino ad una edicola, leggo sulla locandina  di un giornale locale  ”Giovane si suicida senza un motivo”.

Ma come si fa a proporre  un titolo del genere ?

Come si può solo lontanamente pensare che si arrvivi alla morte senza un perchè, senza una ragione e senza aver prima sofferto pesantemente… di una pesantezza non più sopportabile?

Il sensazionalismo  oramai  tipico degli annunci politici o di una cronaca rosa o nera tutta contornata da complotti ed interrogativi fantascientifici, entra nella vita (morte) quotidiana al rovescio di se stessa. Specchio infedele di una realtà sconosciuta.

Poca professionalità,  schemi interpretativi orami non aderenti ai fatti, superficialità?

Tutto questo quando invece i giornali dovrebbe autarci a capire i vari motivi delle cose che ci circondano.

I commenti sono chiusi.