Arte-Psicologia-Storia (18-09-09)


Recensione del libro di Michael Kubovy “La freccia nell’occhio” Muzioscienze -1988

E’ un libro molto bello. Kubovy, uno psicologo che studia i fenomeni della percezione e che al contempo si interessa di storia dell’ arte, usa queste sue molteplici conoscenze per “affascinarci” in giochi visivi, in illusioni ottiche e nei vari, ed a volte incredibili, scherzi della prospettiva pittorica. Il tutto viene analizzato, sezionato, interpretato e, in alcuni casi, il libro diventa veramente complesso a seguirsi. Sarebbero necessarie competenze proprie di architetti o geometri ma.. questi ostacoli non sono molti e con un poco di pazienza possono essere superati. Ne rimane una gioia mista alla curiosità nello scoprire e “vedere” cose che prima non si vedevano. Il tutto dentro alla storia della prospettiva rinascimentale.
Il libro parte dall’ analisi di un dipinto del Mantegna usato anche come manifesto per la mostra sul pittore tenutasi due anni fa a Padova.
Questa volta, dato l’argomento la recensione viene fatta in PowerPoint, anzi due per ragioni tecniche. Seguite pedissequamente le diapositive, sono animate (quindi cliccate per vedere i singoli elementi all’interno della diapositiva), e vi condurranno passo passo nel breve percorso della recensione… almeno spero!

Primo PowerPoint: brani e foto tratti dal libro
arte-psicologia-storia1

Secondo PowerPoint: foto tratte dal libro in relazione agli strumenti della prospettiva e ai “giochi” della stessa
arte-psicologia-023
Ora che avete assaggiato qualche piccolo brano di quello che il libro contiene, andatelo a comperare o procuratevelo in altro modo e..
Buona Lettura

I commenti sono chiusi.